ARRAMPICATA SU ROCCIA, REGNO DELLE GUIDE ALPINE

L’arrampicata indoor nelle palestre di città è sempre più diffusa e per molti è il primo approccio al mondo verticale. Ma una volta usciti all’aria aperta, cosa cambia? A chi bisogna rivolgersi per andare a scalare in ambiente e che differenza c’è tra falesie e montagna vera e propria? L’arrampicata su roccia è il regno delle Guide alpine, l’unico professionista abilitato dalla legge ad accompagnarvi e insegnarvi ad arrampicare in ogni tipo di contesto. Esistono diversi tipi di corsi, individuali o collettivi organizzati dalle singole guide o dalle scuole di Guide Alpine. Facciamo allora chiarezza su questa attività.

Arrampicare su roccia significa scalare una parete naturale. Per salire utilizziamo appigli e appoggi offerti dalla roccia: il movimento segue modelli motori specifici, implica conoscenza e competenza nell’uso di attrezzature alpinistiche, capacità di valutare la qualità degli appigli e degli appoggi e la conoscenza dei pericoli ambientali, mai del tutto eliminabili e quindi in una certa misura sempre possibili. Esistono diversi tipi di arrampicata: oltre a quella indoor, una volta usciti in ambiente possiamo arrampicata in falesia oppure in montagna.

ARRAMPICATA IN FALESIA
L’arrampicata in falesia è un’arrampicata sportiva e si svolge in palestre di roccia, ovvero siti appositamente attrezzati per arrampicare. Si salgono itinerari già attrezzati, semplici da individuare a vista d’occhio, tendenzialmente lunghi circa 20/30 metri, nei quali si trovano diversi (a volte numerosi) ancoraggi di protezione su cui è possibile appendersi perché concepiscono la caduta, che è cosa abbastanza normale. Il meteo non è determinante in quanto col sopraggiungere del temporale, è un attimo scendere alla base della falesia e mettersi al riparo in tempo. Chi pratica l’arrampicata in falesia lo fa per scopo ludico ed eventualmente anche per migliorare le proprie capacità anche in funzione di salite più complesse.

Sentirsi “totalmente al sicuro” solo perché ci si trova in una palestra di roccia è un approccio sbagliato perché l’ambiente non può mai essere completamente messo in sicurezza. Tuttavia rimane vero che i pericoli sono meno se si scala in falesia piuttosto che se si arrampica in montagna.

ARRAMPICATA IN MONTAGNA
La situazione cambia molto se ci si sposta in montagna, perché qui l’ambiente è ancora meno controllabile, e mai “addomesticato” come in falesia. In montagna si pratica un’arrampicata più alpinistica, si salgono pareti di alcune centinaia di metri e gli itinerari non sono sempre pre-attrezzati o semplici da individuare e seguire. Anche le protezioni sugli itinerari vanno valutate: dobbiamo essere noi in grado di decidere se è il caso di integrarle con altre protezioni.

L’arrampicata in montagna impone quindi un’esperienza e una conoscenza di tutte le tematiche legate all’autoprotezione e all’ambiente che ci circonda. Per questo a parità di grado di difficoltà tecnica, l’impegno in montagna può essere sicuramente maggiore che in falesia.

A CHI RIVOLGERSI PER IMPARARE AD ARRAMPICARE?
Chi volesse imparare ad arrampicare può rivolgersi alle Guide Alpine, che sono le uniche figure professionali abilitate all’insegnamento dell’arrampicata sia sportiva, in falesia, che in montagna.

Le Guide organizzano corsi collettivi oppure pensati ad hoc per i partecipanti che si presentino singolarmente o in gruppo. Sul sito del Collegio Guide alpine Lombardia, nella sezione “Albo”, si trova l’elenco dei nominativi e dei contatti di tutte le Guide alpine e gli Aspiranti Guide alpine a cui potete rivolgervi: la cosa migliore è contattare direttamente il professionista, verificare i suoi programmi e stabilire con lui una giornata di prova o come meglio pianificare una serie di lezioni di arrampicata.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

PROMO 2019 – ISCRIVITI ALLE ESCURSIONI

Estate 2019, il calendario completo delle escursioni gratuite con le Guide Alpine e gli Accompagnatori di media montagna della Lombardia.
Cliccando su ogni titolo troverete la descrizione, le caratteristiche della gita ed il form da compilare per iscrivervi.

Vi ricordiamo che per partecipare è obbligatorio consegnare, il giorno dell’escursione, il modulo del consenso informato compilato e firmato, scaricabile in ogni scheda escursione e anche QUI. 

Altre notizie sull’iniziativa qui.

Continua a leggere

SETTEMBRE: ESCURSIONI GRATUITE

Se siete tornati dalle ferie e contate già le ore per ripartire per nuove avventure, le prime 4 domeniche di settembre vi portiamo alla scoperta delle montagne di Lombardia. Continua infatti l’iniziativa delle escursioni gratuite con le Guide alpine e gli Accompagnatori di media montagna: vi portiamo in cima al monte Resegone (LC), ai Corni di Canzo in Valbrona (CO), in Val Brembana e in Val Canale (BG). Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato.

Continua a leggere

20 ESCURSIONI GRATUITE DA GIUGNO A SETTEMBRE

Venti escursioni sui monti della Lombardia dirette ai rifugi alpini ed oltregratuite e aperte a tutti: dalle famiglie con bambini ai neofiti che vogliano muovere i primi passi in montagna, ma anche a camminatori esperti curiosi di scoprire nuovi angoli di paradiso. Quest’estate nei weekend tra giugno e settembre gli Accompagnatori di media montagna e le Guide alpine del Collegio Regionale Guide alpine Lombardia vi portano in alcune delle vallate più belle della nostra regione: dalla Valle dei Forni in Alta Valtellina al Parco nazionale dell’Adamello in Valcamonica, dalla Val Seriana alla Valle Spluga, dalla Valsassina al triangolo Lariano con vista spettacolare sul lago di Como.

Dopo il successo degli anni scorsi, si rinnova anche per il 2019 l’appuntamento con le escursioni gratuite con gli Accompagnatori di media Montagna e le Guide alpine del Collego Regionale Guide alpine Lombardia, ma quest’anno gli eventi si moltiplicano fino ad arrivare a 20, distribuiti per tutta l’estate: si comincia domenica 23 giugno e si finisce domenica 22 settembre. Le gite si svolgeranno 5 in provincia di Sondrio5 in provincia di Bergamo4 in provincia di Brescia3 in provincia di Lecco 3 in provincia di Como.

Continua a leggere

LE ESCURSIONI GRATUITE DI AGOSTO

Rifugio Cazzaniga Merlini

Rifugio Cazzaniga Merlini

Se vi aspetta un mese di agosto in città, non disperatevi perché le escursioni con le Guide alpine e gli Accompagnatori di media montagna della Lombardia continuano! Dopo quella del 4 agosto al Rifugio Bietti Buzzi, il 24 agosto recuperiamo le gite al Rifugio Pizzini e Rifugio Valmalza rimandate a fine luglio per il maltempo. Il 25 agosto poi torniamo in Valsassina, ma questa volta al rifugio Cazzaniga Merlini, posto nel cuore di un vasto altipiano denominato Piani di Artavaggio. L’iniziativa organizzata dal Collegio Regionale Guide alpine Lombardia e dall’Assessorato Sport e Giovani di Regione Lombardia, con la collaborazione dell’associazione AssoRifugi Lombardia.  Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato. Continua a leggere

LE ESCURSIONI GRATUITE DI LUGLIO

Rifugio Bozzi

Rifugio Bozzi

Continuano nei fine settimana di luglio le escursioni gratuite e aperte a tutti con le Guide alpine e gli Accompagnatori di media montagna della Lombardia. Nei 2 weekend di giugno in cui si è già svolta l’iniziativa organizzata dal Collegio Regionale Guide alpine Lombardia e dall’Assessorato Sport e Giovani di Regione Lombardia, con la collaborazione dell’associazione AssoRifugi Lombardia, abbiamo registrato oltre 250 iscrizioni! A luglio continuiamo con 4 escursioni in Alta Valcamonica, nel Parco nazionale dell’Adamello, 3 in provincia di Sondrio, una in Val Chiavenna, una in Alta Valtellina e una in Valmalenco, e una infine sulle Orobie Bergamasche, in Val Brembana. Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato. Continua a leggere

PROVE ATTITUDINALI CORSO A.M.M.

Dal 5 all’8 novembre 2019 in località PUSIANO (CO) si svolgeranno le prove attitudinali per l’ammissione al corso di formazione per Accompagnatore di media Montagna. Le domande di ammissione alle prove devono essere redatte ed
inoltrate a Regione Lombardia a decorrere dalle ore 10.00 del giorno 1
Luglio 2019 ed entro e non oltre le ore 16.00 del giorno 31 luglio 2019, a
pena di esclusione, esclusivamente mediante la procedura telematica
disponibile on line sul sistema informativo regionale
www.bandi.servizirl.it, mediante compilazione della domanda
direttamente on line, previa registrazione ed identificazione da
effettuarsi al momento dell’accesso, secondo le istruzioni ivi contenute.

Si allega il decreto di indizione delle prove con le modalità e i termini per l’iscrizione.

DECRETO N. 8462 DEL 13 GIUGNO 2019

(Segreteria Collegio Guide Alpine Lombardia)

ESCURSIONI CON LE GUIDE: GIUGNO E LUGLIO

È arrivato il caldo: è tempo di montagna con le Guide alpine della Lombardia!
Sono in programma infatti, per gli ultimi due fine settimana di giugno e per il primo weekend di luglio, le prime delle 20 escursioni gratuite e aperte a tutti, in programma da giugno a settembre, organizzate dal Collegio Regionale Guide alpine Lombardia e dall’Assessorato Sport e Giovani di Regione Lombardia, con la collaborazione dell’associazione AssoRifugi Lombardia. Il 23 giugno vi portiamo in due rifugi in provincia di Como, oppure in provincia di Bergamo; poi il 30 giugno andremo in Valchiavenna e in Alta Valtellina, entrambe in provincia di Sondrio, e nelle Orobie bergamasche, dove saremo anche il 6 luglio. Nella stessa data andremo anche in provincia di Brescia. Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato.
Continua a leggere

DIPLOMATE LE NUOVE GUIDE ALPINE / A.GUIDA ALPINA

SONDRIO – Questa mattina, venerdì 30 novembre, sono stati consegnati i diplomi a 7 nuove Guide alpine e a 8 nuovi Aspiranti Guida alpina, il primo grado della professione di Guida. Sono 5 bresciani, 2 lecchesi, 2 valtellinesi, 1 della provincia di Varese, 1 di Monza e Brianza, 1 di Milano, 1 di Mantova di 1 di Como. A mettere nelle mani dei professionisti gli attestati è stata Martina Cambiaghi, Assessore allo sport e giovani di Regione Lombardia, che ha preso parte alla cerimonia tenutasi presso l’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli.

Il diploma di Aspirante Guida si ottiene dopo aver superato un duro percorso formativo di due anni e abilita a tutti gli effetti all’esercizio della professione, con poche limitazioni, per lo più relative alla possibilità di operare solo su territorio nazionale. Successivamente, dopo 2 anni di praticantato, gli Aspiranti possono frequentare il corso per l’esame di passaggio per diventare Guida alpina, l’abilitazione che conferisce il titolo finale del percorso professionale.

Le 7 nuove Guide alpine sono:

Edoardo Albrighi di Fenegrò, provincia di Como
Enrico Domenighini di Breno, provincia di Brescia
– Andrea Tocchini di Bovezzo, provincia di Brescia
Giulia Venturelli di Gussago, provincia di Brescia (unica donna neodiplomata)
Andrea Ferrari di Cuveglio, provincia di Varese
Claudio Migliorini di Solarolo di Goito, provincia di Mantova
Emanuele Tizzoni di Sedriano, provincia di Milano

Gli 8 nuovi Aspiranti Guide alpine sono:

Ivan Baldi di Ponte di Legno, provincia di Brescia
Marco Simoncelli di Montichiari, provincia di Brescia
Marcello Barzanò di Brugherio, provincia di Monza e Brianza
Andrea Maurizio Carì di Cortenova, in provincia di Lecco
Massimiliano Gerosa di Lecco
Michele Colturi di Valdisotto, provincia di Sondrio
Federico Martinelli di Bormio, provincia di Sondrio
Davide Mazzucchelli di Bodio Lomnago, provincia di Varese

Un grande in bocca al lupo ai colleghi – ha commentato Fabrizio Pina, presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia -. Le Guide alpine godono del grande privilegio di poter vivere della propria passione, la montagna, che diventa così anche un luogo di lavoro. In particolare agli Aspiranti che iniziano ora il loro cammino professionale rivolgo i miei più sinceri complimenti: la nostra professione non è semplice, richiede anni di impegno e preparazione, e il percorso per diventare Aspiranti e poi Guida è molto duro. Un ringraziamento particolare va a Regione Lombardia per il sostegno e l’attenzione verso la nostra professione”.

Ho voluto fortemente che la consegna dei Diplomi delle nuove Guide alpine si tenesse in Regione Lombardia con una cerimonia ufficiale che potesse dare la giusta importanza ad un evento rilevante per tutto Collegio Guide alpine Lombardia – ha spiegato Martina Cambiaghi, Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia –. Essere una Guida alpina vuol dire essere il primo testimonial di un territorio, quello lombardo, meraviglioso. Vi ringrazio anticipatamente per il prezioso apporto che potrete veicolare attraverso il vostro impegno e la grande passione per la montagna e per la natura che vi anima. Auguro a tutti buon lavoro”.

Foto Cerimonia con l’Assessore Martina Cambiaghi e il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana
link: https://drive.google.com/drive/folders/1mWlI67lqM0tnp-VLz_2L97ar68c_yX5u?usp=sharing

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

A MILANO ARRAMPICATE E CALATE CON LE GUIDE

MILANO – Il 15 e il 16 dicembre a Milano torna l’appuntamento in piazza con le Guide Alpine della Lombardia. Dopo il successo delle quattro passate edizioni, i professionisti della montagna ritornano in città per far provare a tutti gratuitamente arrampicate e calate dai piani alti del Palazzo della Regione. Le Guide saranno protagoniste delle due giornate organizzate dall’Assessorato allo Sport e Giovani per promuovere la cultura sportiva. Tra gli ospiti più attesi ci sarà anche Babbo Natale: sabato e domenica alle 15:30 si calerà con le Guide alpine per regalare ai bambini dolci sorprese.

L’evento come nelle precedenti edizioni si svolgerà a Milano nella piazza coperta di Città di Lombardia, dove si trova il Palazzo della Regione e dove anche quest’anno sarà montata la grande pista di pattinaggio sul ghiaccio. Insieme alle Guide Alpine i visitatori potranno sperimentare le emozionanti calate dai piani alti di Palazzo Lombardia, un’esperienza indimenticabile a cui tutti gli anni partecipano centinaia di persone di tutte le età.

Per chi volesse arrampicare, le Guide Alpine attrezzeranno una parete di 8 metri, su cui faranno scalare grandi e bambini e tutti coloro che vorranno provare a cimentarsi anche per la prima volta. Quest’anno tra i presenti ci sarà niente meno che Babbo Natale, atteso in piazza alle 15:30 di sabato e domenica per una calata dal Palazzo della Regione e un saluto a tutti i più piccoli.

L’arrampicata e le calate si svolgeranno sabato 15 dicembre dalle 12 alle 17 e domenica 16 dicembre dalle 10 alle 17. Le iscrizioni per entrambe le attività chiuderanno alle 16:30.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)