CORSO A.M.M. 2020 – PRIMO E SECONDO MODULO

Un piede poi l’altro piede, camminare non è solo un esercizio fisico ma è anche bellezza, armonia, sicurezza. Ed è con quest’ultimo tema che è iniziato il cammino che hanno intrapreso 30 ragazzi e ragazze per il conseguimento del titolo di accompagnatori di media montagna.
La sicurezza affrontata come primo soccorso, gestione delle situazioni di emergenza e patologie della montagna, argomenti molto importanti per frequentare la montagna con più consapevolezza e poter quindi godere appieno delle sue bellezze.
Un piede poi l’altro piede, la progressione avanza con più sicurezza.
I nostri allievi possono ora alzare lo sguardo e interrogarsi su ciò che li circonda. Come si sono formate le nostre amate montagne? Chi ci ha vissuto? Chi le ha calpestate per primo?


A queste e ad altre domande si è cercato di dar risposta nel secondo blocco di lezioni tenutosi nei giorni 7-8-9 febbraio a Sondrio.
Quindi geologia, storia dell’alpinismo e cultura alpina gli argomenti trattati.
Nella giornata di sabato anche il CAST, Castello delle storie di montagna, ha aperto le porte per una visita guidata all’interno delle sue sale.
Il modulo si è concluso domenica con una chiacchierata sulle attrezzature escursionistiche.

(Corso A.M.M. 2020)

PROVE ATTITUDINALI CORSO A.GUIDA ALPINA

Sogni di diventare una Guida alpina? In Lombardia nel biennio 2020/2021 si terrà un nuovo corso di formazione che porterà al conseguimento del titolo di Aspirante Guida alpina, primo step della professione di Guida. Le prove attitudinali finalizzate all’ammissione al corso si terranno a Ponte di Legno (provincia di Brescia) dall’11 al 14 febbraio 2020: le prove consistono in esami pratici sulle diverse discipline e in una prova teorica e hanno lo scopo di verificare il possesso dei requisiti necessari allo svolgimento della professione. Le iscrizioni alle prove attitudinali sono aperte dalle ore 10:00 del 16 dicembre fino alle ore 16:00 del 16 gennaio 2020 e si effettuano solo per via telematica.

Alle prove attitudinali possono accedere candidati maggiorenni che abbiano assolto l’obbligo scolastico o che siano in possesso di un titolo di studio equivalente ottenuto in altro Stato dell’UE.

Le selezioni si articolano in prove pratiche e in una teorica.
Quelle pratiche comprendono i terreni e le attività classiche di montagna richieste dalla professione: prove di arrampicata su roccia su itinerari attrezzati e da proteggere, di progressione su ghiaccio con tecniche classiche e moderne e di sci alpinismo sulle tecniche di salita e discesa.

La prova teorica è invece un colloquio conoscitivo durante il quale verrà discusso il curriculum personale e verranno considerate le motivazioni personali alla pratica della professione. È previsto anche l’accertamento della conoscenza degli elementi di base della lingua inglese, che tuttavia non concorre alla formazione del punteggio finale.

Al corso di formazione per Aspirante Guida alpina, che si terrà nel biennio 2020/2021, potranno partecipare coloro che abbiano superato la prova attitudinale.

Il decreto di indizione delle prove attitudinali per l’ammissione al corso di formazione per Aspirante Guida alpina contiene tutte le informazioni per effettuare le iscrizioni che avvengono esclusivamente per via telematica. Il decreto è pubblicato sul Bollettino Ufficiale della regione Lombardia (BURL) e sul sito del Collegio Guide alpine Lombardia dove, al seguente link https://www.guidealpine.lombardia.it/guide-online/, si trovano anche indicazioni utili per prepararsi alle prove e il calendario della formazione Aspiranti 2020.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

NUOVI A.GUIDA ALPINA e A.M.M.

SONDRIO – Giovedì 14 novembre sono stati consegnati i diplomi a 11 nuovi Aspiranti Guida alpina, il primo grado della professione di Guida alpina, e a 28 nuovi Accompagnatori di media montagna. Fra i primi ci sono 3 bergamaschi, 2 valtellinesi, 1 della provincia Milano, 2 di Modena, di 1 Catania e 2 di Aosta; fra gli Accompagnatori invece si contano 6 sondriesi, 5 milanesi, 5 bergamaschi, 2 della provincia di Varese, 3 di Como, 1 di Lecco, 1 di Pavia, 1 di Brescia, 2 di Trento, 1 di Treviso e 1 di Torino.

A congratularsi con i nuovi professionisti della montagna, che entrano a far parte del Collegio Regionale Guide alpine Lombardia, è stata l’Assessore allo Sport e Giovani di Regione Lombardia in persona, Martina Cambiaghi, che ha preso parte alla cerimonia tenutasi presso l’Auditorium Testori di Piazza Città di Lombardia.

Per il secondo anno consecutivo ho voluto che la consegna dei Diplomi delle nuove Guide alpine si tenesse in Regione Lombardia con una cerimonia ufficiale che potesse valorizzare e ringraziare per il prezioso lavoro, tutto Collegio Guide alpine Lombardia – ha spiegato Martina Cambiaghi, Assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia –. Sono convinta che chi ama la montagna e intraprende questa professione è conscio di essere il primo testimonial del territorio lombardo. Voglio personalmente ringraziavi per il prezioso apporto che potrete veicolare attraverso il vostro impegno per valorizzare le montagne e tutto il territorio regionale. Buon lavoro!”.

Mi complimento con tutti i nuovi colleghi – ha detto anche Fabrizio Pina, presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia -. Il percorso formativo che porta al titolo di Aspirante Guida alpina e di Accompagnatore di media montagna non è semplice e richiede passione e sacrificio, e tuttavia le nostre professioni li meritano sicuramente entrambe”.

Il diploma di Aspirante Guida si ottiene, infatti, dopo aver superato un duro percorso formativo di due anni e abilita a tutti gli effetti all’esercizio della professione, con poche limitazioni, per lo più relative alla possibilità di operare solo su territorio nazionale. Successivamente, dopo 2 anni di praticantato, gli Aspiranti possono frequentare il corso per l’esame di passaggio per diventare Guida alpina, l’abilitazione che conferisce il titolo finale del percorso professionale.

Per diventare Accompagnatore di media montagna si frequenta un corso impegnativo della durata di un anno circa, per un totale di oltre 600 ore. Oltre a conoscere e attuare gli aspetti tecnici tipici dell’escursionismo, l’Accompagnatore di media Montagna è preparato a divulgare gli aspetti culturali che caratterizzano la montagna, sia naturalistici che antropologici. L’esercizio della professione è subordinato anche al superamento di un Esame di Abilitazione ed all’iscrizione all’ Elenco Speciale degli Accompagnatori di media Montagna.

Gli 11 nuovi Aspiranti Guide alpine sono:

Gabriele Carrara di Albino, provincia di Bergamo
Diego Manini di Nembro, provincia di Bergamo
Simone Semperboni di Valbondione, provincia di Bergamo
Nicola Ciapponi di Morbegno, in provincia di Sondrio
Simone Manzi di Chiavenna, in provincia di Sondrio
Saro Costa di Milano
Edoardo Montorsi di Formigine, provincia di Modena
Rubbiani Francesco di Modena
Nazzareno Salvati di Saint Christophe, provincia di Aosta
Marco Sappa di Morgex, provincia di Aosta
Marco Maria Puleo di Nicolosi, provincia di Catania

I 28 nuovi Accompagnatori di media montagna sono:

Laura Chiara Besseghini di Sondalo, provincia di Sondrio
Saverio Monti di Morbegno, provincia di Sondrio
Brunella Parolini di Lanzada, provincia di Sondrio
Davide Rossi di Ponte in Valtellina, provincia di Sondrio
Andrea Mori di Sondrio
Emanuele Rotta di Mese, provincia di Sondrio
Mary Vittoria Bettoni di Entratico, provincia di Bergamo
Marco Caccia di Almenno San Bartolomeo, provincia di Bergamo
Riccardo Suardi di Nembro, provincia di Bergamo
Matteo Zanga di Villa d’Ogna, provincia di Bergamo
Andrea Carminati di Bergamo
Daniela Ambrosi di Milano
Alessandro Reati di Cesano Boscone, provincia di Milano
Marco Sicilian di Milano
Leila Kataoka di Milano
Ilaria Erika Lanfranconi di Milano
Barbara Carta di Erba, provincia di Como
Federico Piffaretti di Como
Chiara Di Adamo di Albese con Cassano, provincia di Como
Arianna Cecchini di Lecco
Davide Canil di Gorla Minore, provincia di Varese
Elia Origoni di Malnate, provincia di Varese
Jekaterina Oralbajeva di Vigevano, provincia di Pavia
Stefano Valotti di Brescia
Claudio Poletti di Storo, provincia di Trento
Marco Sonna di Ossana, provincia di Trento
Mattia Favaretto di Treviso
Sofia Fresia di Torino

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CORSO A.M.M. – OTTAVO E NONO MODULO

OTTAVO MODULO – Appennino abruzzese, Barrea.

Per l’ottavo modulo del corso AMM ci spostiamo a Barrea, splendido paesino medievale affacciato sull’omonimo lago e immerso nelle montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise; è amore a prima vista per una terra che si riserverà ricca di tesori e cordialità.

Ci aspettano cinque giorni molto intensi in cui il filo conduttore sarà la zoologia anche se, per non farci mancar nulla, il secondo giorno affrontiamo pure i test di metà corso su diverse materie teoriche: botanica, fisiologia, geologia, leggi e meteorologia; queste prove servono un po’ da collaudo in vista del futuro esame di abilitazione, a verificare quindi per tempo a che punto sia la nostra preparazione e cosa sia necessario correggere o approfondire.

Continua a leggere

PROVE ATTITUDINALI CORSO A.M.M.

Dal 5 all’8 novembre 2019 in località PUSIANO (CO) si svolgeranno le prove attitudinali per l’ammissione al corso di formazione per Accompagnatore di media Montagna. Le domande di ammissione alle prove devono essere redatte ed
inoltrate a Regione Lombardia a decorrere dalle ore 10.00 del giorno 1
Luglio 2019 ed entro e non oltre le ore 16.00 del giorno 31 luglio 2019, a
pena di esclusione, esclusivamente mediante la procedura telematica
disponibile on line sul sistema informativo regionale
www.bandi.servizirl.it, mediante compilazione della domanda
direttamente on line, previa registrazione ed identificazione da
effettuarsi al momento dell’accesso, secondo le istruzioni ivi contenute.

Si allega il decreto di indizione delle prove con le modalità e i termini per l’iscrizione.

DECRETO N. 8462 DEL 13 GIUGNO 2019

(Segreteria Collegio Guide Alpine Lombardia)

CORSO A.M.M. – SETTIMO MODULO

Il settimo modulo ha il sapore del ritorno, torniamo a visitare infatti due luoghi che il corso ci ha già fatto apprezzare: la Val Masino e la Valmalenco.

Il primo giorno ci troviamo appunto a sgusciare come camosci tra i graniti del Masino ad approfondire le tecniche di camminata anche su terreni impervi, è una lezione molto importante che ci permette di ribadire quanto il gesto del cammino non sia banale e soprattutto è potenzialmente migliorabile ed adattabile. 

Continua a leggere

CORSO A.M.M. – SESTO MODULO

Per il sesto modulo della nostra lunga ed entusiasmante cavalcata andiamo oltre Regione, nella splendida cornice di Arco di Trento, l’accoglienza della cittadina ci riserva un tempo decisamente plumbeo che però non intacca la didattica: nel primo giorno analizziamo infatti in maniera “indoor” le tecniche di camminata, l’equilibrio e la percezione di sé in ambiente montano; si rivela una lezione molto interessante e utile, camminare bene non è così facile e scontato!

Continua a leggere

CORSO A.M.M. – QUINTO MODULO

Per il quinto modulo ci spostiamo in quota, nella splendida cornice dei Piani dei Resinelli, dove siamo ospitati dalle amorevoli cure della Casa Alpina la Montanina, un’oasi di tranquillità e cordialità nella natura. Senza farci troppo distrarre dalla vista della Grignetta affrontiamo in questi cinque giorni uno degli argomenti più importanti del corso: la Topografia, l’orientamento e il GPS, elementi imprescindibili per chi, come noi, aspira a guidare per i monti gli appassionati che ci vorranno seguire.

Continua a leggere

PROVE ATTIDUDINALI CORSO A.M.M.

Si terranno dal 5 all’8 novembre 2019 a Pusiano, in provincia di Como, le prove attitudinali per il corso per Accompagnatori di media montagna del Collegio Regionale Guide alpine Lombardia. L’apertura delle iscrizioni alle selezioni avverrà a seguito di apposito bando decretato da Regione Lombardia probabilmente alla fine dell’estate, ma intanto chi fosse interessato a frequentare il corso professionale può iniziare a prepararsi a sostenere le prove pratiche e teoriche.

Continua a leggere

CORSO A.M.M. – QUARTO MODULO

L’inizio di questo quarto modulo, che si svolge ancora nella cornice del Lago di Pusiano nel centro remiero di Eupilio dove ormai siamo di casa, è dedicato allo studio delle modalità di prevenzione dei rischi ed alle tecniche di camminata. Una panoramica ampia, ma precisa sugli aspetti da valutare prima di mettersi in cammino al fine di ridurre le possibilità di accadimento di incidenti ed infortuni.

Continua a leggere