20 ESCURSIONI GRATUITE DA GIUGNO A SETTEMBRE

Venti escursioni sui monti della Lombardia dirette ai rifugi alpini ed oltregratuite e aperte a tutti: dalle famiglie con bambini ai neofiti che vogliano muovere i primi passi in montagna, ma anche a camminatori esperti curiosi di scoprire nuovi angoli di paradiso. Quest’estate nei weekend tra giugno e settembre gli Accompagnatori di media montagna e le Guide alpine del Collegio Regionale Guide alpine Lombardia vi portano in alcune delle vallate più belle della nostra regione: dalla Valle dei Forni in Alta Valtellina al Parco nazionale dell’Adamello in Valcamonica, dalla Val Seriana alla Valle Spluga, dalla Valsassina al triangolo Lariano con vista spettacolare sul lago di Como.

Dopo il successo degli anni scorsi, si rinnova anche per il 2019 l’appuntamento con le escursioni gratuite con gli Accompagnatori di media Montagna e le Guide alpine del Collego Regionale Guide alpine Lombardia, ma quest’anno gli eventi si moltiplicano fino ad arrivare a 20, distribuiti per tutta l’estate: si comincia domenica 23 giugno e si finisce domenica 22 settembre. Le gite si svolgeranno 5 in provincia di Sondrio5 in provincia di Bergamo4 in provincia di Brescia3 in provincia di Lecco 3 in provincia di Como.

Continua a leggere

PROMO 2019 – ISCRIVITI ALLE ESCURSIONI

Estate 2019, il calendario completo delle escursioni gratuite con le Guide Alpine e gli Accompagnatori di media montagna della Lombardia.
Cliccando su ogni titolo troverete la descrizione, le caratteristiche della gita ed il form da compilare per iscrivervi.

Vi ricordiamo che per partecipare è obbligatorio consegnare, il giorno dell’escursione, il modulo del consenso informato compilato e firmato, scaricabile in ogni scheda escursione e anche QUI. 

Altre notizie sull’iniziativa qui.

Continua a leggere

ALPINISMO: 10 CONSIGLI PRATICI

Salite lungo creste aeree e sottili circondati da panorami mozzafiato, Alte vie di più giorni con tratti attrezzati, o traversate di ghiacciai innevati fino ai rifugi a 3000 metri, o più su, fino in cima alle montagne per sentirsi parte dello spettacolo della natura. L’alpinismo è per eccellenza l’attività delle Guide alpine e l’estate è la stagione regina per praticarlo. Non è tuttavia esente da pericoli e richiede abilità e competenze da non sottovalutare: per esempio la capacità di muoversi su differenti terreni, anche verticali, e di conoscere l’uso della corda e delle manovre di protezione. Le Guide alpine sono gli unici professionisti che possono accompagnarvi e ed insegnarvi a fare alpinismo e l’esperienza sul campo è l’unica maestra possibile. Per chi non è a digiuno di questa attività e già inizia a frequentare le alte quote, ecco 10 consigli da tenere a mente prima di partire da casa.

L’alpinismo, anche sui terreni più semplici, per definizione presenta dei rischi mediamente più elevati di altre attività sportive, essenzialmente in quanto impone una corretta interpretazione dell’ambiente basata su regole suggerite dall’esperienza e dal buon senso. L’impegno fisico varia in relazione agli obiettivi che ci si prefigge, alla lunghezza e alla difficoltà degli itinerari, ma in generale per andare in montagna bisogna avere una preparazione fisica di base adeguatae una buona abitudine a svolgere attività sportiva all’aria aperta. Per imparare è molto importante rivolgersi a dei professionisti, quali le Guide Alpine, che propongono corsi di avviamento e di perfezionamento, individuali o di gruppo.

Posto quindi che nessun manuale potrà mai sostituire l’esperienza diretta sul campo, ecco 10 consigli delle Guide Alpine della Lombardia per praticare l’alpinismo con un approccio prudente e responsabile:

1. Decidete i vostri obiettivi dopo un’attenta valutazione delle vostre condizioni psico-fisiche, delle vostre capacità ed esperienza e di quelle dei componenti del gruppo con cui si organizza l’escursione.

2. Preparate in maniera accurata la vostra escursione valutando, le previsioni meteo, la topografia del luogo, i punti di appoggio (rifugi e bivacchi), la lunghezza, il dislivello, la difficoltà tecnica, i tempi di percorrenza.

3. Prendete informazioni, dai numerosi siti che descrivono gli itinerari, dai bollettini nivo-meteorologici, dagli uffici delle guide Alpine locali, dagli Uffici turistici, dai gestori dei rifugi e consultate le carte topografiche del luogo.

4. Valutate attentamente le condizioni dei terreni che avete in programma di percorrere, tenendo presente le condizioni del clima e gli effetti che questo produce soprattutto sui ghiacciai e sulla solidità e stabilità delle pareti rocciose, di misto e di ghiaccio.

5. Siate a conoscenza e padroni delle tecniche di utilizzo dell’attrezzatura che usate come corda piccozza e ramponi e delle manovre più frequenti come, approntare le soste, le procedure di assicurazione, le calate, la progressione a corda corta e le manovre di autosoccorso base.

6. Dotatevi dell’abbigliamento e delle calzature appropriate al tipo di gita che volete affrontare tenendo in seria considerazione che le condizioni della montagna possono variare drasticamente in maniera repentina.

7. Utilizzate l’attrezzatura tecnica necessaria allo svolgimento della gita senza dimenticare un kit di emergenza (telo termico, pronto soccorso).

8. Ricordatevi di alimentarvi con cibi leggeri ed energetici e idratatevi con bevande arricchite di sali minerali.

9. Prenotate con buon anticipo i rifugi e mantenete un comportamento appropriato e rispettoso durante la vostra permanenza. Informatevi sulle condizioni dei bivacchi di alta quota. Portate a casa i vostri rifiuti.

10. Siate informati sulla copertura telefonica dei luoghi che si frequentano, potreste avere la necessità urgente di allertare il soccorso organizzato (112).

(Ufficio stampa Collegio Guide Alpine Lombardia)

LE ESCURSIONI GRATUITE DI LUGLIO

Rifugio Bozzi

Rifugio Bozzi

Continuano nei fine settimana di luglio le escursioni gratuite e aperte a tutti con le Guide alpine e gli Accompagnatori di media montagna della Lombardia. Nei 2 weekend di giugno in cui si è già svolta l’iniziativa organizzata dal Collegio Regionale Guide alpine Lombardia e dall’Assessorato Sport e Giovani di Regione Lombardia, con la collaborazione dell’associazione AssoRifugi Lombardia, abbiamo registrato oltre 250 iscrizioni! A luglio continuiamo con 4 escursioni in Alta Valcamonica, nel Parco nazionale dell’Adamello, 3 in provincia di Sondrio, una in Val Chiavenna, una in Alta Valtellina e una in Valmalenco, e una infine sulle Orobie Bergamasche, in Val Brembana. Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato. Continua a leggere

PROVE ATTITUDINALI CORSO A.M.M.

Dal 5 all’8 novembre 2019 in località PUSIANO (CO) si svolgeranno le prove attitudinali per l’ammissione al corso di formazione per Accompagnatore di media Montagna. Le domande di ammissione alle prove devono essere redatte ed
inoltrate a Regione Lombardia a decorrere dalle ore 10.00 del giorno 1
Luglio 2019 ed entro e non oltre le ore 16.00 del giorno 31 luglio 2019, a
pena di esclusione, esclusivamente mediante la procedura telematica
disponibile on line sul sistema informativo regionale
www.bandi.servizirl.it, mediante compilazione della domanda
direttamente on line, previa registrazione ed identificazione da
effettuarsi al momento dell’accesso, secondo le istruzioni ivi contenute.

Si allega il decreto di indizione delle prove con le modalità e i termini per l’iscrizione.

DECRETO N. 8462 DEL 13 GIUGNO 2019

(Segreteria Collegio Guide Alpine Lombardia)

ESCURSIONI CON LE GUIDE: GIUGNO E LUGLIO

È arrivato il caldo: è tempo di montagna con le Guide alpine della Lombardia!
Sono in programma infatti, per gli ultimi due fine settimana di giugno e per il primo weekend di luglio, le prime delle 20 escursioni gratuite e aperte a tutti, in programma da giugno a settembre, organizzate dal Collegio Regionale Guide alpine Lombardia e dall’Assessorato Sport e Giovani di Regione Lombardia, con la collaborazione dell’associazione AssoRifugi Lombardia. Il 23 giugno vi portiamo in due rifugi in provincia di Como, oppure in provincia di Bergamo; poi il 30 giugno andremo in Valchiavenna e in Alta Valtellina, entrambe in provincia di Sondrio, e nelle Orobie bergamasche, dove saremo anche il 6 luglio. Nella stessa data andremo anche in provincia di Brescia. Ogni escursione raggiungerà un rifugio alpino, dove i partecipanti potranno pranzare a un prezzo convenzionato.
Continua a leggere

CANYONING IN LOMBARDIA CON LE GUIDE ALPINE

(foto Pascal Van Duin)

COS’È IL CANYONING

Tuffi o calate in fresche pozze d’acqua cristallina. Toboga, discese in strette gole di roccia scavate dal fiume. Il Canyoning o torrentisimo consiste nella discesa di torrenti e di strette gole scavate da corsi d’acqua. Questa attività vive in Italia un vero boom di praticanti: non solo sportivi e amanti della montagna – dove si pratica il canyoning – ma anche semplici turisti desiderosi di vivere un’avventura che combina un’attività acquatica con l’ambiente montano.

Un’attività che si svolge in paradisi naturali non può essere esente da rischi. Così la pratica del canyoning richiede un’ottima conoscenza dell’ambiente montano in cui ci si muove, delle tecniche e dell’attrezzatura alpinistica: corde, imbraghi, discensori, ecc. In Italia l’unico professionista abilitato ad accompagnare e ad insegnare la pratica del canyoning è la Guida Alpina specializzata in questa disciplina. Anche perché la legge n. 6 del 2/1/1989 stabilisce che l’insegnamento e l’accompagnamento nelle attività che prevedono l’uso di tecniche e attrezzature alpinistiche siano riservate alle Guide Alpine.

CANYONING IN LOMBARDIA

La Lombardia offre fiumi e vallate uniche per bellezza e natura in cui praticare il canyoning, alcune di fama internazionale: il torrente Cormor in Val Malenco, il Perlana sul lago di Como, il fiume Vione sul lago di Garda, o il Fiumenero in Valbondione, o ancora il torrente Boggia in Val Bodengo, in Valchiavenna, le cui acque accolgono ogni anno centinaia di turisti, dai più esperti ai principianti. Il canyoning infatti, piace ai bambini come agli adultisi pratica in gruppi e non richiede capacità atletiche particolari, se non la confidenza con l’acqua.

Chi volesse sperimentare la bellezza di questa attività può contattare una Guida alpina specializzata in canyoning. Al Collegio delle Guide alpine della Lombardia sono iscritte 46 Guide alpine specializzate segnalate sul sito del Collegio a questo link https://new.guidealpine.lombardia.it/albo-professionale-new/specializzazioni/. Nella sezione “Albo” del sito si trovano poi le email e i numeri di telefono di ciascun professionista.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CORSO A.M.M. – SETTIMO MODULO

Il settimo modulo ha il sapore del ritorno, torniamo a visitare infatti due luoghi che il corso ci ha già fatto apprezzare: la Val Masino e la Valmalenco.

Il primo giorno ci troviamo appunto a sgusciare come camosci tra i graniti del Masino ad approfondire le tecniche di camminata anche su terreni impervi, è una lezione molto importante che ci permette di ribadire quanto il gesto del cammino non sia banale e soprattutto è potenzialmente migliorabile ed adattabile. 

Continua a leggere

CORSO A.M.M. – SESTO MODULO

Per il sesto modulo della nostra lunga ed entusiasmante cavalcata andiamo oltre Regione, nella splendida cornice di Arco di Trento, l’accoglienza della cittadina ci riserva un tempo decisamente plumbeo che però non intacca la didattica: nel primo giorno analizziamo infatti in maniera “indoor” le tecniche di camminata, l’equilibrio e la percezione di sé in ambiente montano; si rivela una lezione molto interessante e utile, camminare bene non è così facile e scontato!

Continua a leggere

CORSO A.M.M. – QUINTO MODULO

Per il quinto modulo ci spostiamo in quota, nella splendida cornice dei Piani dei Resinelli, dove siamo ospitati dalle amorevoli cure della Casa Alpina la Montanina, un’oasi di tranquillità e cordialità nella natura. Senza farci troppo distrarre dalla vista della Grignetta affrontiamo in questi cinque giorni uno degli argomenti più importanti del corso: la Topografia, l’orientamento e il GPS, elementi imprescindibili per chi, come noi, aspira a guidare per i monti gli appassionati che ci vorranno seguire.

Continua a leggere