CORSO A.M.M. – TERZO MODULO

L’adunata per il terzo modulo del corso AMM è in un posto dal nome piuttosto insolito per noi “mangiamontagne”: il Centro Remiero del Lago di Pusiano, patria del canottaggio; in realtà la location è perfetta perché ci aspettano cinque giornate teoriche e non abbiamo bisogno di scenari patagonici o metri di dislivello, ma solo tranquillità e concentrazione… e poi a dire il vero le vette del Triangolo Lariano sono a un tiro di schioppo!


Gli argomenti sono sicuramente interessanti: botanica, topografia, cultura alpina, comunicazione e didattica… materie che saranno molto utili durante il corso e che le ritroveremo poi anche in pratica nei prossimi moduli (oltre che, ahinoi, all’esame!).
Il primo giorno viene affrontato il tema degli elementi di topografia di base e l’orientamento: dopo un’infarinatura generale veniamo messi di fronte a diverse mappe e al termine della giornata iniziamo anche a scartabellare schizzi di rotta e itinerari sognando di percorrerli nella bella stagione; il sogno continua il giorno dopo, quando il giornalista Roberto Mantovani ci fa immergere nella storia dell’alpinismo e della cultura alpina, al pomeriggio ne nasce un acceso dibattito sul futuro della montagna e davvero tanti spunti per pensare a come rigenerare le nostre terre alpine.

In un battito di ciglia siamo già alla terza giornata, si parla di botanica, argomento vastissimo che ci viene esposto partendo dai regni vegetali per poi focalizzarsi sempre più fino a giungere al fiore e al pistillo… naturalmente anche questa materia la ritroveremo sul campo, nel frattempo ci converrà studiarla sui libri per arrivar preparati.
Gli ultimi due giorni sono dedicati ad elementi base di comunicazione e didattica e all’attività di gruppo, il programma prevede anche esercizi pratici che cementano lo spirito della brigata e fanno emergere concetti importanti come la leadership, la gestione delle dinamiche e la fiducia negli altri… affrontiamo l’argomento con serenità perché siamo un gruppo omogeneo e affiatato, queste prove non fanno altro che unirci sempre più.
Per festeggiare la fine del modulo decidiamo autonomamente di metter alla prova il nostro collettivo con un’escursione notturna alla Capanna Mara, splendido balcone sulla pianura dove ci aspetta anche una lauta cena… lì uniamo nel concreto tutte le materie di questo modulo: naturalmente l’attività di gruppo, la topografia per l’itinerario, la cultura alpina che è immersa nella storia del rifugio e la botanica che tocchiamo lungo il tragitto.
Prosit! Ci vediamo al prossimo modulo.

(Corso A.M.M. 2019)