CORSO A.M.M. – 8° MODULO

DSC_0765

Ad un anno esatto dalle prove di selezione che si sono svolte nel mese di luglio del 2016, eccoci tutti insieme a Canazei, per l’ottavo modulo del corso di formazione per Accompagnatori di Media Montagna. Il tempo corre davvero veloce e il nostro percorso formativo si fa sempre più intenso ed impegnativo.
La location questa volta è davvero d’eccezione: siamo nel cuore della Val di Fassa, un ambiente unico al mondo per cime e paesaggi incantati.

Mercoledì 12 luglio: le “danze” si aprono subito con un pò di agitazione per i nostri 18 allievi… la mattinata infatti ci vede impegnati nelle prime prove di esame. Otto test scritti per verificare le nostre conoscenze in merito a cartografia e GPS, zoologia, botanica, fisiologia e medicina di montagna, legislazione e geologia.
Terminata le prove, nel primo pomeriggio partiamo subito per un’ escursione in direzione del rifugio Boè, accompagnati dagli Istruttori G. A. Vanni Spinelli e Matteo Piccardi, che ci mettono alla prova sui ripidi ghiaioni dolomitici.

DSC_0880

Giovedì 13 luglio: sveglia all’alba e zaino “a bordo”! Si parte subito per una faticosa escursione che ci porterà a compiere un bellissimo giro ad anello intorno al Catinaccio. Partiamo da Gardeccia verso il rifugio Vajolet e da li proseguiamo per il Passo Principe, dove ritorneremo solo nel primo pomeriggio, dopo essere passati dal rifugio Bergamo e dall’Alpe Tires. E dopo la lunga discesa lungo la Valle di Lausa, la giornata si conclude nuovamente a Gardeccia dopo aver macinato 27 km e più di 2000m di dislivello…

Il giorno successivo, accompagnati dagli Istruttori G.A. e da un tempo meteorologico non sempre favorevole, ci attende un’altra bella escursione che ci porterà lungo il sentiero “Friedrich August” verso il Sassopiatto e poi a valicare la Forcella del Sassolungo. Giornata impegnativa che ci consente di metterci alla prova su importanti aspetti dell’accompagnamento in montagna quali l’orientamento, la lettura della carta e la conduzione del gruppo.

Gli ultimi due giorni, insieme a Matteo Capelli e al nostro Direttore del corso, Daniele “Friz” Frigerio, vengono completamente dedicati alla topografia e all’orientamento, con interessanti esercizi sull’altopiano del Puez.

I lavori si concludono nel pomeriggio di domenica. Stanchi ma soddisfatti ci prepariamo per il rientro a casa. Mancano solo pochi mesi alla conclusione del nostro appassionante percorso ma sappiamo bene che saranno i più intensi!

Arrivederci ad agosto in Orobie, dove ci attende il lungo trekking del nono modulo!

(Daniele Frigerio)

CORSO A.M.M. – 7° MODULO

DSC_0865

Si è concluso lunedì 19 giugno u.s. il 7° modulo del corso di formazione per Accompagnatori di Media Montagna. Questa volta i 18 allievi si sono ritrovati nella splendida cornice della Val Masino dove gli argomenti trattati sono stati Botanica, Geologia, Zoologia e Cartografia.

Questo modulo è stato caratterizzato da una forte presenza in ambiente, soprattutto durante i primi tre giorni con Guido Bellini. Con lui maciniamo diversi chilometri e metri di dislivello tra Val Porcellizzo e Val di Mello e abbiamo l’opportunità di osservare in ambiente rocce, torbiere e morene e di metterci alla prova con l’utilizzo di carta e bussola. Un eccezionale venerdì sera con Guido, che ha preparato per noi una divertente “gara” di orienteering notturno in Val di Mello! A squadre di due, armati di pila frontale, ci cimentiamo nella, non sempre facile, ricerca di otto lanterne lungo il torrente Mello che ci offre anche la possibilità di sperimentare la particolare percezione dell’ambiente nell’oscurità. La gara si conclude a mezzanotte e poi finalmente tutti in albergo per il meritato riposo!

Ci raggiunge poi Marco Caccianiga con cui approfondiamo la conoscenza di fiori, essenze e piante. L’escursione pomeridiana in Val Porcellizzo ci consente di osservare in ambiente faggi, abeti e tanto altro ancora.

L’ultimo giorno lo trascorriamo con Mauro Gobbi. La giornata si svolge completamente in aula, ma sono ancora così tante le nozioni teoriche che Mauro deve trasmetterci sulla strabiliante e varia fauna delle nostre Alpi!

Anche questa volta è già ora di tornare a casa.

DSC_0904

7 moduli, 35 giorni di formazione, 18 allievi…anzi no, 1 solo e coeso gruppo di “giovani” e appassionati allievi. Questi i numeri del corso AmM fino ad oggi e con il modulo di giugno ci avviciniamo sempre di più alla meta finale. La strada però è ancora lunga e ricca di sfide importanti.

Arrivederci a luglio, a Canazei, dove le “danze” si apriranno subito con gli esami teorici di gran parte delle affascinanti ma complesse materie affrontate fino ad oggi.

(Daniele Frigerio)

“LEGATI DA INTREPIDA PASSIONE” FINO AL 2 LUGLIO

Schermata 2017-06-08 alle 22.01.03

Il Collegio Guide Alpine Lombardia e il Comune di Sondrio con piacere informano che, a seguito delle numerose richieste e visto il successo di pubblico che ha visitato la mostra “Legati da intrepida passione”, inaugurata a Castello Masegra il 3 maggio, l’apertura dell’esposizione verrà prorogata di un mese.

La mostra, quindi, chiuderà domenica 2 luglio, mantenendo dal lunedì al venerdì gli stessi orari, mentre sabato e domenica seguirà i seguenti nuovi orari: 9.30-12.30 e 15.00-18.00.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CORSO A.M.M. – 6° MODULO

IMG-20170523-WA0024

18 maggio 2017: rieccoci tutti insieme per il 6° modulo del corso di formazione per accompagnatori di media montagna.

Ad aprire i lavori questa volta ci sono tre docenti del CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socio-economica e Ambientale) che ci accompagnano per due giorni nel complesso e fantastico mondo dell’interpretazione ambientale.

Materia peraltro sconosciuta alla maggior parte di noi…ma, attraverso lezioni teoriche e divertenti ed utili esercitazioni pratiche, ci rendiamo subito conto di come comunicare in maniera efficace, ad ogni livello, e ad un pubblico sempre più vasto sia oggi uno degli aspetti più importanti di qualunque strategia per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio e del patrimonio naturale e culturale.

Il terzo giorno ritroviamo con piacere Marco e Mauro che, tra lezioni teoriche di botanica e zoologia ed escursioni in ambiente ci portano sempre più ad approfondire questi importanti e appassionanti argomenti.

IMG-20170523-WA0035

Domenica 21 maggio ci raggiunge Mariano. Con lui il tempo corre davvero veloce, e dopo aver lavorato per tutta la mattina in aula, subito dopo pranzo si parte per i Piani dei Resinelli dove sperimentiamo sul campo una serie di interessanti e divertenti esercizi dedicati al Fitness in montagna.

Il corso si conclude con la giornata dedicata al Nordic Walking… come vi avevamo anticipato nelle “puntate precedenti” si è svolto nel corso di questo modulo l’esame per diventare istruttori. Altre opportunità si aprono per cominciare a gettare le basi per iniziare un nuovo ed appassionante percorso professionale!

22 maggio: è già ora di tornare a casa, il tempo vola durante le lezioni. Con le menti cariche di insegnamenti e di spunti preziosi ci diamo appuntamento in Val Masino, dove a giugno ci ritroveremo per il settimo modulo.

(Daniele Frigerio)

FALESIE LECCHESI – LAVORI IN CORSO

Falesia di Versasio (Lc)(foto Pietro Corti)

Falesia di Versasio (Lc)
(foto Pietro Corti)

LECCO — Tra fine aprile e metà maggio sono iniziati i lavori di restauro delle celebri falesie intorno alla città di Lecco: Galbiate, Versasio, Introbio, Vaccarese, Civate, Rocca di Baiedo, Sasso di Introbio, Campelli e Masone. Le opere, in corso fino a fine giugno, si svolgono nell’ambito del progetto di valorizzazione del Sistema delle Falesie Lecchesi promosso da Regione Lombardia con la partecipazione di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Lecco.

Il 28 aprile le prime opere di manutenzione sono partite nella Falesia di Galbiate attualmente totalmente chiusa, come la falesia di Versasio, dove il cantiere si è aperto il 2 maggio. I lavori vengono effettuati anche nei giorni festivi: al termine dei restauri in parete è prevista la rifinitura delle opere boschive alla base dei settori.

L’11 maggio sono iniziate anche le manutenzioni delle falesie del Sasso di Introbio, Campelli e Masone, mentre entro fine maggio partiranno alla Rocca di Baiedo, a Vaccarese e a Civate.

La cartellonistica apposta in loco informa gli arrampicatori dei giorni precisi di chiusura di tutta la falesia o di alcuni suoi settori. Le aree si intendono interdette fino a nuovo avviso.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CAMMINAFORESTE LOMBARDIA

Ersaf_banner-1920x800 (1)

42 giornate di cammino, 48 tappe, per un totale di 700 km, dall’11 giugno al 22 luglio 2017, attraverso il territorio regionale.
In questi dati si condensa CamminaForeste Lombardia 2017, l’evento che ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), in partenariato con il Collegio Guide alpine Lombardia, organizza nell’Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo.
Con CamminaForeste Lombardia 2017 ERSAF intende far conoscere e promuovere le 20 Foreste di Lombardia e il Parco dello Stelvio, la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, il loro lavoro e i loro prodotti, le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Per favorire lo sviluppo di queste aree in direzione di un turismo ecosostenibile.

Accedi al sito http://www.camminaforestelombardia.it per saperne di più.

PROGETTO FALESIE LECCHESI: VERSASIO E GALBIATE

Sono iniziati il 28 aprile e il 2 maggio i lavori di restauro nelle falesie di Galbiate e Versasio. Le opere si svolgono nell’ambito del progetto di valorizzazione del Sistema delle Falesie Lecchesi, promosso da Regione Lombardia con la partecipazione di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Lecco.
GALBIATE

Falesia di Galbiate (LC)
(foto Pietro Corti)

Il 28 aprile sono cominciati i lavori presso la Falesia di Galbiate: fino a nuovo avviso restano chiusi totalmente i settori “L’isola dei famosi”, “Black macigno”, “Anfiteatro”, “Belpaese”, “Placconata”, “Rovine”. Rimangono invece agibili gli altri settori, fino a nuovo avviso: “Oasi”, “Quattro tracce”, “Orecchia”, “Cinque scorpioni”, “Muro giallo”.

Sono previsti lavori di disgaggio, pertanto si chiede di rispettare rigorosamente la segnaletica di cantiere e di non accedere in alcun modo ai settori chiusi, così come al parcheggio della cava, ugualmente chiuso. Una volta terminati i lavori in parete, effettuati anche nei giorni festivi, seguirà la rifinitura delle opere boschive alla base di settori e pertanto la falesia subirà una chiusura totale per un breve periodo.

Il 2 maggio sono partiti i restauri anche nella falesia di Versasio, dove l’accesso è interdetto totalmente. Anche in questo caso i lavori vengono effettuati anche nei giorni festivi. Non appena terminati i lavori in parete, seguirà la rifinitura delle opere boschive alla base dei settori.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

INAGURAZIONE MOSTRA GUIDE ALPINE LOMBARDIA

Pubblico all'apertura della mostra della guide

SONDRIO – Si è aperta mercoledì 3 maggio a Sondrio la mostra organizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia “Legati da intrepida passione – I mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro”. Tante persone hanno partecipato all’inaugurazione che si è tenuta al Castello Masegra alla presenza del presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina e dell’Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio Marina Cotelli.

L’esposizione fotografica realizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia raccoglie 100 scatti che mettono in luce lo speciale rapporto che unisce Guide e clienti in montagna.

Le fotografie sono le tracce fisiche di momenti unici – ha detto il presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina -, che le Guide vivono in montagna con i loro compagni di cordata. Come Collegio abbiamo voluto organizzare questa mostra per dare risalto e far conoscere quello che è forse l’aspetto più bello della nostra professione: l’insegnamento come trasmissione di una conoscenza e la condivisione di emozioni che spiegano il desiderio e la ragione dell’andare in montagna”.

Marina Cotelli, Fabrizio Pina e Jacopo Merizzi

La mostra, inaugurata ieri presso il Castello Masegra di Sondrio dove resterà fino al 4 giugno ad ingresso libero, rientra nel progetto “AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata”, che vede tra i suoi partner lo stesso Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, il Comune di Sondrio, la Fondazione Cariplo e il Politecnico di Milano.

La mostra dedicata al rapporto tra Guida Alpina e cliente – ha detto Marina Cotelli, Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio – racconta, in modo paradigmatico, come tra passione, lavoro, amatorialità la montagna possa appartenere a tutti. Questo terzo appuntamento nel percorso verso il progetto espositivo che sarà dedicato all’alpinismo, all’arrampicata e all’avventura è il più fedele allo spirito di Museum Hub AAA: contenitore di idee e di stimoli che avrà tanto più successo quanto più saprà raccontare una montagna affrontabile, vera, quotidiana, poco epica e vissuta anche con divertimento e voglia di sperimentare.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

MOSTRA “LEGATI DA INTREPIDA PASSIONE”

locandina_mostra_ legati_da_intrepida_passione

SONDRIO – Un’esposizione fotografica realizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia dedicata allo speciale rapporto che unisce Guide e clienti in montagna. Legati da intrepida passione – I mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro” si inaugura il 3 maggio, presso il Castello Masegra di Sondrio: saranno presenti il presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina e l’Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio Marina Cotelli.

La mostra rientra nel progetto AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata”, il centro dedicato alla montagna che aprirà al Castel Masegra nella primavera 2018.

L’esposizione fotografica porta in scena 100 scatti che colgono l’essenza della professione: la trasmissione della conoscenza dell’andare per monti ma anche la condivisione di esperienze uniche, perché sempre diverse, con “clienti” che sono anche compagni di avventura e col tempo amici.

La mostra “Legati da intrepida passione – i mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro” è esposta al Castello Masegra di Sondrio (in via de Capitani, 5) dal 3 maggio al 4 giugno.

Nella veste di Guida alpina ho attraversato e scalato montagne di ogni continente con ‘compagni – clienti’ non meno interessanti dei mille paesaggi che stavo attraversando – ha spiegato Jacopo Merizzi, curatore della mostra per il Collegio lombardo delle Guide -. Colleghi d’avventura dai cento volti con cui ho condiviso gioie e dolori, spaventi e dubbi, successi e scoperte: sensibilissimi come me al fascino dell’ignoto, alla natura più selvaggia ed esclusiva. È grazie a loro se noi Guide possiamo dedicarci alla montagna, all’esplorazione e all’avventura, ed è per questo che a loro abbiamo voluto dedicare questa mostra fotografica”.

La mostra, ad ingresso gratuito, si inserisce nel progetto “AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata” che aprirà proprio al Castel Masegra di Sondrio nel 2018 e che vede tra i suoi partner lo stesso Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, il Comune di Sondrio, la Fondazione Cariplo e il Politecnico di Milano.

L’inaugurazione è aperta a tutti e si terrà il 3 maggio alle ore 18.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CORSO A.M.M. – QUINTO MODULO

DSC_0362

Botanica, zoologia, leggi e responsabilità dell’accompagnamento e tecnica di conduzione in sicurezza, questi i temi trattati durante il 5° modulo del corso per Accompagnatori di Media Montagna che si è svolto a Navazzo di Gargnano (BS) dal 6 al 10 aprile u.s.

Tra lezioni teoriche ed escursioni nel parco dell’alto Garda bresciano, i 18 corsisti sono giunti a metà del lungo e sempre più appassionante percorso che si concluderà ad ottobre 2017. Primi due giorni con l’avvocato Claudio Mattina che ha presentato un argomento a volte sottovalutato ma che invece è di notevole importanza: le leggi e la responsabilità nell’accompagnamento. Interessante la parte di conduzione sul terreno rapportata alle responsabilità che ne derivano a seconda di come questa venga effettuata.
Durante le escursioni, aiutati dal meteo sempre favorevole, abbiamo avuto modo, con i docenti Marco Caccianiga e Mauro Gobbi di continuare la scoperta della flora e della fauna del parco che ci ha regalato una gran varietà di fioriture nonché uova di rana temporaria e larve di salamandra.
La giornata trascorsa con Mauro Gobbi è stata particolarmente fortunata e ci ha permesso di ascoltare le voci di molti uccelli e di avvistare uno splendido gheppio che ci ha regalato la sua famosa e particolare manovra di volo denominata “spirito santo”.

DSC_0289

Nel corso dell’ultimo giorno, gli Istruttori G.A. Vanni Spinelli e Matteo Piccardi ci hanno fornito elementi molto importanti sulla tecnica di camminata su terreni di vario tipo e hanno introdotto il tema della conduzione in sicurezza di un gruppo di escursionisti sui sentieri.

Non è mancato nemmeno un po’ di allenamento di nordic walking, in preparazione alle prove di valutazione imminenti, con il nostro direttore, Daniele Frigerio. Insomma, le giornate si susseguono sempre molto intense e il modulo giunge al termine velocemente lasciandoci con la voglia di approfondire tutte le materie affrontate e di ritrovarci presto ai piedi delle Grigne, dove, nel mese di maggio si svolgerà il 6° modulo.

(Allievi Corso A.M.M. 2016-2017)